Inter, ora si respira

229
NICOLO’ BARELLA ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

La sosta dei Mondiali introduce una nuova preparazione per i nerazzurri, così da affrontare la seconda parte di stagione con un nuovo respiro.

L’Inter si approccia a questa pausa con una vittoria pesantissima sul campo dell’Atalanta, portandosi a pari punti con la Lazio (30) e con il 5° posto a -11 dal Napoli capolista.

Tra gli aspetti positivi possiamo annoverare il ritorno alla vittoria contro una grande del calcio italiano (o quantomeno contro una diretta avversaria), Edin Dzeko in grande spolvero che fa una doppietta che scaccia via le critiche e l’uscita del carattere dei nerazzurri. 

Certamente però si possono trovare dei punti negativi attorno a questa vittoria: su tutte l’incredibile annebbiamento difensivo sui calci piazzati che ha portato al gol di Palomino e ancora il mancato giusto approccio contro un’avversaria di livello, andando in svantaggio ancora una volta.

E’ un problema caratteriale, perché anche all’Inter in questa stagione è capitato di stare in vantaggio e perdere comunque la partita (Milan, Udinese, Roma), mentre quando accade che l’Inter passa in svantaggio accusa il colpo e diventa una partita chiusa (Bayern andata e ritorno, Juventus).

Questo mese e mezzo servirà all’Inter per rifiatare ed aspettare i prossimi impegni, intanto continua una preparazione che servirà a mantenere alta la concentrazione e aumentare il fiato durante le partite.

Come già annunciato da Inzaghi, i nerazzurri con la sosta anche dei propri italiani avrà tempo per lavorare con chi sarà ad Appiano Gentile e di seguito ci saranno delle amichevoli ed un breve ritiro a Malta per continuare la preparazione. 

CONSIGLIATO DA NOI
Articolo precedenteMarotta: “Dzeko? Non finirà come Perisic”
Prossimo articoloCalciomercato Inter, settimana giusta per il rinnovo di Skriniar: ecco quando firma