Inter, giusto sognare PIF e Aramco?

Zhang, presente e futuro dell'Inter?

6183
Zhang
L'ESULTANZA URLO DI STEVEN ZHANG ph: Fornelli/KeyPress

PIF, Aramco o… Zhang? Inter tra presente e futuro

Suning, negli ultimi due anni, ha dovuto lottare contro il governo cinese per poter riaprire gli investimenti al di fuori della Cina. L’Inter quindi, a differenza delle altre società ha dovuto fare dei mercati votati al bilancio in positivo, per rientrare nei debiti accumulati. In questi due anni, il tifoso interista ha sempre avuto paura di veder andar via i propri pezzi pregiati, come accaduto con Hakimi, Lukaku, Perisic e anche il mister Antonio Conte, in virtù di una maggior solidità economica per il futuro.

Il rientro di questo capitale è stato rateizzato negli anni, in modo da non snaturare immediatamente la rosa per poter vincere negli anni e soprattutto per poter saldare il prestito con Oaktree destinato al 2027. Ma prima di parlare di investimenti esteri, bisogna concentrarsi su cosa ha fatto la famiglia Zhang con Suning per poter trarne delle conclusioni accurate.

Suning, nonostante il periodo nero, ha portato all’Inter tutti i maggiori trofei nazionali nel giro di 2 anni. La vendita progressiva dei calciatori senza svendere tutta la rosa è stata utile per essere ancora competitivi e ancora in corsa per lo scudetto. Se poi vogliamo legare il discorso all’ultima sessione di mercato, l’Inter ha coperto tutte le mancanze che aveva, prendendo: Asllani, Lukaku e Bellanova in prestito per meno di 15 milioni; l’acquisto di Onana e Mhkitarian a zero e tra la cessione di esuberi e le operazioni in uscita in prestito l’Inter ha raggiunto circa 37 milioni di attivo.

Il diktat di Zhang è quello di arrivare a 60 milioni di attivo entro giugno 2023 ed essere arrivati a più della metà dopo una sessione di mercato è un bel traguardo, il tutto non dimenticandoci che abbiamo una squadra che lotta su tutti i fronti. Quindi la regola che bisogna rispettare è quella di mantenere la calma e ammirare gli sforzi fatti per poter tenere alta l’asticella, al posto che sperare in un cambio di proprietà. In molti continuano a sognare ipotetiche nuove proprietà, continue le voci su PIF o Aramco, ma siamo certi che lasciare la strada vecchia per la nuova sia la scelta migliore? Se il futuro fosse… Zhang?

CONSIGLIATO DA NOI
Articolo precedenteAcerbi-Inter, è fatta | In sede per la firma
Prossimo articoloCalciomercato Inter, ag. Acerbi: “Operazione complessa ma tutto si è risolto per il meglio”